News

Controlla gli aggiornamenti di mercato

EMERGENZA IDRICA: CONSIGLI PER RISPARMIARE

EMERGENZA IDRICA: CONSIGLI PER RISPARMIARE

EMERGENZA IDRICA: CONSIGLI PER RISPARMIARE

 

L’Italia sta silenziosamente soffrendo, giorno dopo giorno, l’emergenza idrica che diventa sempre più critica.

Ad oggi ben 10 regioni hanno richiesto lo stato di calamità nazionale e in numerose città, tra le quali anche Roma, già da tempo si parla di razionalizzazione dell’acqua.

Milioni e milioni i danni subiti dalle aziende agricole, da Nord a Sud, a causa della mancanza di acqua per allevamenti e campi, con assenza di piogge da Aprile.

Le stime sono allarmanti: in media il 40% dell’acqua stanziata negli acquedotti si disperde prima di arrivare ai nostri rubinetti.

Situazione non volta a cambiare nemmeno con l’eventuale arrivo di piogge, vista l’estrema sete dei terreni e le alte temperature, che prosciugherebbero l’acqua prima di darle tempo di arrivare alle falde trattenendola in superficie o facendola evaporare.

Le società che gestiscono l’acqua stanno già intervenendo con la manutenione delle reti per diminuirne il più possibile la dispersione, ma anche noi possiamo contribuire per evitare gli sprechi superflui.

Secondo l’Istat sono ben 245 i litri d’acqua potabile che ogni italiano consuma ogni giorno.

E’ quindi fondamentale iniziare a risparmiare risorse partendo dalle nostre abitudini quotidiane, un’ azione che gioverà non solo all’ambiente ma anche alle nostre tasche.

Per esempio per fare un bagno si usano, in media, dai 100 ai 160 litri di acqua, mentre per una doccia dalla durata media di 5 minuti se ne consumano dai 70 ai 90. Per una doccia invece di 3 minuti i litri consumati sono dai 35 ai 50.

Basterebbe, ad esempio, installare una doccetta dotata di riduttore di portata per ridurne notevolmente i consumi.
Così come potrebbe essere molto utile applicare i frangigetto ai rubinetti di casa, la spesa necessaria è di qualche euro e pochi minuti.
Vi sono poi delle buone abitudini da poter prendere tra le quali quella di non tenere il rubinetto sempre aperto quando laviamo i denti, o quando ci facciamo la barba, o quando laviamo i piatti. La nostra pigrizia ci costa circa 6 litri di acqua al minuto.

Per gli amanti del giardino e delle piante è da sapere che la sera è il momento migliore per annafiare, quando il sole è già calato e la terra è fresca, evitando di far evaporare l’acqua. Se state invece pensando di installare un sistema di irrigazione è cosigliabile una tipologia moderna a micropioggia.

L’acqua che utilizziamo in casa può inoltre essere spesso riutilizzata: frutta e verdura possono essere sciacquate lasciandole in ammollo, idealmente con un pizzico di bicarbonato, ed in seguito riutilizzare la stessa acqua per bagnare le piante.

Da non trascurare inoltre i rubinetti che gocciolano o i sanitari che perdono acqua: sono decine i litri di acqua che vengono sprecati in un giorno. Per esser certi dell’assenza di perdite chiudete tutti i rubinetti e controllate che il contatore non giri. Inoltre, quando ci si assenta da casa per periodi di lunga durata, sarebbe opportuno chiudere il rubinetto centrale dell’acqua, così da evitare disastri e ingenti sprechi causati ad un improvviso guasto dell’impianto.

Molto importante è anche l’uso consapevole degli elettrodomestici: prediligete elettrodomestici in classe A, che non solo utilizzano meno energia ma anche meno acqua; una lavatrice ad esempio può completare un ciclo per 5kg di bucato con 50 litri d’acqua, mentre una lavastoviglie può consumare circa 10 litri ad ogni carico.

Quando possibile lavate i capi a 30°, così da dimezzare i consumi rispetto al classico lavaggio a 90°.

E tu? Fai un uso responsabile dell’acqua? Metti in pratica i nostri e lascia un commento qui sotto dicendoci cosa ne pensi!

Il Team di VendoAffittoPermuto